Roma, rapinò una ricevitoria sulla Prenestina: arrestato

Red/Nav

Roma, 17 gen. (askanews) - Preso il rapinatore che svaligiò una ricevitoria sulla Prenestina, a Roma, lo scorso 9 novembre. In particolare i carabinieri della Compagnia Roma Casilina hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari a carico di un uomo di 43 anni, romano, già noto alle forze dell'ordine. L'attività investigativa, diretta dal Gruppo reati gravi contro il patrimonio, è stata coordinata dal procuratore aggiunto Lucia Lotti.

Il 9 novembre un uomo, armato di pistola, con il volto parzialmente travisato aveva fatto irruzione nella ricevitoria in orario di chiusura e sotto la costante minaccia dell'arma si era fatto consegnare l'incasso, circa 2500 Euro, scappando via subito dopo. Prima di darsi alla fuga venne colpita con un pugno la dipendente della ricevitoria (che ebbe lesioni guaribili in 15 giorni). Inoltre fu chiuso la saracinesca dell'esercizio - si spiega in una nota dell'Arma - allo scopo di impedire l'immediata uscita delle vittime sulla via.

Le indagini basate principalmente sulla visione dei filmati di videosorveglianza, hanno consentito ai carabinieri di indirizzare immediatamente l'attenzione verso il sospettato, sulla scorta di alcune caratteristiche fisiche notate. Le successive attività ispettive hanno permesso di confermare l'identità. Le ricerche dell'uomo hanno consentito il suo rintraccio nella zona del Quarticciolo. L'arrestato, è stato portato nel carcere di Regina Coeli.