Roma/Rifiuti: Zingaretti, 3 mln per monitoraggio area Malagrotta

(ASCA) - Roma, 23 apr - Con 3 milioni di euro la Provincia di

Roma avvia un piano di monitoraggio ambientale dell'area di

Malagrotta in collaborazione con l'Arpa, il Cnr e l'Ispra. Ad

annunciarlo nel primo pomeriggio di oggi durante un incontro

al centro anziani della zona il Presidente della Provincia di

Roma, Nicola Zingaretti.

Una riunione convocata dopo l'incidente avvenuto sabato in

zona, che ha coinvolto un'autocisterna adibita al trasporto

di gasolio, e che ha messo a rischio inquinamento Rio

Galeria. Obiettivo del monitoraggio e' controllare lo stato

dell'acqua, dell'aria e del suolo dell'area che ospita la

piu' grande discarica d'Europa, per avere una mappatura della

zona e dati che scientificamente possano fornire un quadro

preciso. Del resto Zingaretti non ha mai nascosto la

preoccupazione per l'impatto che la discarica di Malagrotta

ha sulla zona, ribadendo di essere d'accordo con la linea del

ministro dell'ambiente, Corrado Clini, sulla gestione del

problema rifiuti e sulla necessita' di chiudere Malagrotta

''non solo perche' la discarica e' piena, ma perche' e'

situata in un'area gia' esposta e compromessa''.

Non lascia spazio a dubbi Zingaretti: chiudere Malagrotta

e dimenticare ogni possibilita' che l'area possa ospitare la

discarica provvisoria, tenendo conto del futuro del ciclo dei

rifiuti che, per Zingaretti e per Clini, non si sposa con le

discariche. ''Sono d'accordo con Clini - ha detto infatti

Zingaretti - ma se vogliamo davvero chiudere Malagrotta e

guardare a un futuro senza discariche va lanciata una vera

rivoluzione ecologica del ciclo dei rifiuti''.

Rivolgendosi ai cittadini della zona, il Presidente della

Provincia di Roma li ha rassicurati sull'incidente che e'

avvenuto nei giorni scorsi. ''La situazione e' sotto

controllo'' ha detto ricordando che non si tratta di un

incidente casuale visto che nella zona si trova una

raffineria e, prima o poi, era prevedibile che potesse

avvenire un fatto come quello avvenuto sabato in via di

Malagrotta che ha causato la fuoriuscita di circa mille litri

gasolio da un'autocisterna nelle vicinanze del Rio Galeria.

Un'area a rischio ambientale visto che ''in questa zona - ha

detto - ci sono una raffineria, un inceneritore di rifiuti

farmaceutici e anche la discarica. E' un'area molto stressata

e compromessa, quindi e' opportuno dare un segnale di

presenza delle istituzioni ai cittadini''.

L'area, ha sottolineato Zingaretti, ''e' stata risanata,

ora continuano i lavori per evitare soprattutto che il

petrolio raggiunga il Rio Galeria e quindi inquini tutta la

zona, ma le notizie e le verifiche che abbiamo fatto

stamattina sono state positive''.

Ricerca

Le notizie del giorno