Roma, Righini-Angelilli (FdI): campo Foro Italico è discarica

Bet

Roma, 3 giu. (askanews) - "Raggi e Zingaretti sono corresponsabili del disastro ambientale e dei danni alla salute pubblica provocati dalla discarica abusiva gestita da un clan Rom che traffica e smaltisce illegalmente rifiuti nel campo "tollerato" nei pressi di via del Foro Italico, dove da anni si accumulano rifiuti speciali e pericolosi e quotidianamente si accendono roghi tossici che ammorbano l'aria nonostante le continue denuncie dei cittadini". Così in un comunicato Giancarlo Righini, consigliere regionale del Lazio di Fdi e Roberta Angelilli della Direzione Nazionale di Fdi.

"La vicinanza con la confluenza dei fiumi Aniene e Tevere fa temere che all'inquinamento atmosferico possa aggiungersi quello delle acque, come denunciano le drammatiche immagini del reportage delle Iene sulle condizioni di vita e sulla "bomba" inquinante all'interno del campo. E' già stata depositata nostra interrogazione al Consiglio regionale ed una richiesta alla Arpa di verifica della qualità dell'aria nella zona. Per questo attentato alla salute pubblica - spiegano - chiamiamo in causa: sia la Regione Lazio, che attraverso Roma Natura doveva tutelare l'area appartenente alla Riserva Naturale dell'Aniene limitrofa al campo Rom, sia Roma Capitale, che era stata impegnata da una mozione di Fdi approvata in Assemblea Capitolina a ripristinare i 4 mezzi Ama a sostegno del nucleo di Polizia Locale addetto alla tutela del decoro urbano e a ridistribuire gli agenti disponibili, come richiesto dalla Questura di Roma".