Roma, riqualificazione sismica per otto immobili Presidenza Consiglio

red/Rus

Roma, 22 ott. (askanews) - L'Agenzia del Demanio ha pubblicato un bando per la riqualificazione sismica per otto beni di proprietà dello Stato situati a Roma in uso alla Presidenza del Consiglio. La gara, spiega il Demanio, prevede l'affidamento del servizio di verifica della vulnerabilità sismica, diagnosi energetica, rilievo geometrico, architettonico, tecnologico ed impiantistico e progettazione di fattibilità tecnico-economica (PFTE), il tutto da restituire in modalità BIM (Building Information Modeling).

Dopo la gara per la riqualificazione sismica che ha coinvolto direttamente Palazzo Chigi, chiusa il 4 ottobre scorso, è stata ora avviata quella per altri immobili nel centro della Capitale ad uso della Presidenza: Palazzo Vidoni; la Palazzina Algardi, l'Aranciera e il Casino Bonci ed ex Cappella a Villa Doria Pamphili; il Palazzo Ex Poste a Via della Mercede 96; il Complesso di S. Apollonia; un Palazzo in via della Mercede 9; Palazzo Brazzà; Palazzo Cornaro in via della Stamperia; Villa Lubin.

L'importo complessivo a base di gara è di 1.578.101,87 euro. Il termine per la presentazione delle offerte, che dovrà avvenire tramite sistema telematico, è fissato per il 25 novembre prossimo alle ore 12 mentre la gara si terrà il 27 novembre 2019. Il criterio di aggiudicazione è l'offerta economicamente più vantaggiosa.