Roma, RtR-Pd: Torre Spaccata in Mun. VII è scorciatoia M5S

Sis

Roma, 5 set. (askanews) - "Incapaci di dare risposte ai cittadini, i consiglieri di maggioranza in Comune preferiscono accorpare il quartiere di Torre Spaccata dal VI Municipio al vicino VII, per chissà quale tornaconto elettorale. Dietro questa scelta c'è la delusione e la stanchezza di una minoranza di abitanti nel non essere ascoltati dal Municipio di appartenenza, che non brilla certo per il suo buon governo. Una soluzione estrema dovuta a stanchezza e delusione: strade non riparate, pulizia e decoro dimenticati e servizi anagrafici distanti chilometri. Ma invece di pretendere e reclamare servizi, così si sceglie la soluzione sbagliata". Così la capogruppo in Campidoglio della Lista Civica Roma Torna Roma, Svetlana Celli, e il capogruppo del Pd in VI Municipio Fabrizio Compagnone. I Presidenti di Municipio, secondo i consiglieri "sono eletti per dare risposte ai cittadini e se queste non arrivano non è possibile trovare 'comode' alternative, che tra l'altro per Statuto devono essere votate a maggioranza assoluta in Assemblea Capitolina. Piuttosto che arrivare a queste soluzioni - aggiungono - il VI Municipio si adoperi per essere un interlocutore credibile e per ascoltare i cittadini, venendo incontro soprattutto alla richiesta di aprire una sede decentrata degli uffici anagrafici".

Torre Spaccata, ricordano i consiglieri "fa parte della storia e dell'identità del VI Municipio, questo non possiamo cancellarlo per mancate risposte di chi governa il territorio. Inoltre, i quartieri che sono al confine tra due Municipi dovrebbero sperimentare una sinergia di forze e risorse di entrambi gli enti di prossimità, al di là delle appartenenze territoriali, e non il contrario, senza contendersi i territori. Non vorremmo che una diatriba tutta interna al M5S pregiudichi il sentirsi parte di una stessa città e comunità o alimenti visioni secessioniste che finirebbero per indebolire, più che rafforzare il territorio. Piuttosto il M5S chieda scusa ai cittadini di Torre Spaccata e si metta a disposizione per il bene del quartiere", concludono.