Roma: a San Lorenzo una panchina rossa in ricordo di Desirèe

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 11 giu. (Adnkronos) – Una panchina rossa contro la violenza di genere a piazza dei Campani a San Lorenzo, in ricordo di Desirèe Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata senza vita il 19 ottobre del 2018 all’interno di uno stabile abbandonato nello stesso quartiere a Roma, dopo essere stata drogata e abusata. A presentare l’iniziativa, con l’installazione di una panchina rossa anche al mercato di via Guido Reni, al Flaminio, la Presidente del Municipio Roma II Francesca Del Bello. “Ogni volta che mi torna in mente questa terribile vicenda – afferma Del Bello – sento il dolore di quei giorni, il pensiero dei familiari dilaniati dal dramma, immagino la vita di Desirèe, la donna che sarebbe diventata. Una vita, la sua, spezzata da un crimine spregevole: la violenza e il sopruso. Non potrà la nostra iniziativa rinfrancarci da quel dolore ma il mio auspicio è che ogni giorno, chiunque si siederà su questa panchina o la osserverà, possa rivolgere il suo pensiero a Desirèe, magari parlandone con il proprio figlio, con il proprio compagno, con il proprio amico. Perché solo la presa di coscienza può salvarci dal fatto che tragedie come questa non si ripetano mai più”.

“Esistono le battaglie nei luoghi della politica; esistono le azioni concrete come la nascita della Casa Rifugio per le donne vittime di violenza nel quartiere Parioli in un edificio confiscato alla mafia; esistono i progetti dedicati ai bambini e alle bambine come il concorso per le scuole del territorio ‘La violenza non è amore’ e il lavoro dei Centri Antiviolenza e delle Case Famiglia, ma anche l’agire quotidiano nelle nostre vite e nelle nostre relazioni” ha aggiunto la Presidente del Municipio Roma II ricordando alcune iniziative territoriali. “E poi sono necessarie le iniziative simboliche come quelle delle panchine rosse attorno alle quali si stringe tutta la comunità per ricordare che il contrasto alla violenza di genere ci riguarda tutti, non solo l’8 marzo o il 25 novembre ma anche oggi e ogni giorno”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli