Roma, sassi e bottiglie contro auto dei carabinieri: condannato

Nav

Roma, 28 ago. (askanews) - Diventato maggiorenne da poche ore è stato condannato ad un anno di reclusione, con il beneficio della sospensione della pena, per i reati di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

E' finita così l'udienza di convalida davanti al giudice del tribunale di Roma per Fabio Corradetti, che ha festeggiato in cella il suo 18esimo compleanno. In particolare il ragazzo, ritenuto vicino ad ambienti dell'estrema destra romana, insieme con altri "in numero di circa 70" è accusato di aver lanciato sassi e bottiglie contro una auto di servizio dei carabinieri che stava controllando il parco Domizia Lucilla, nella zona di Valle Aurelia, in via Lucio Amulio.

A Corradetti è stato contestato anche l'aver causato lesioni ad un appuntato dell'Arma "consistite in trauma cranico e del costato, giudicate guaribili in 7 giorni". Il militare - secondo il capo d'imputazione - è stato aggedito con calci e pugni e colpito anche con un casco da motociclista.