Roma, schiavizzata e picchiata: arrestato ex compagno -2-

Gtu

Roma, 2 set. (askanews) - L'uomo, "con gravi reiterate condotte violente, fisiche e psicologiche e minacce di morte", impediva infatti alla compagna di uscire di casa e di avere contatti con i familiari, la picchiava selvaggiamente e, nel corso di uno dei suoi violenti sfoghi, ha lanciato il gatto domestico dalla finestra. Ha ridotto la donna in uno stato di sudditanza psicologica tale - sottolineano gli investigatori - da costringerla a elemosinare, rubare e aiutarlo nello spaccio di stupefacenti, nonché a contrarre un fittizio matrimonio con un uomo extracomunitario in cambio di denaro, per pagare i debiti contratti per la droga.

La donna per proteggere la figlia appena nata ha chiesto aiuto al telefono rosa, ed è stata collocata in una struttura protetta. L'incubo, per lei, non era però terminato: alla fine del percorso di sostegno è tornata a casa e ha cercato di ricostruire la sua vita senza l'ex compagno, ma per l'uomo quella era una scelta inaccettabile.

In preda a una vera e propria ossessione, ha ricominciato a minacciare di ucciderla e di sottrarle la figlia per portarla lontano. La vittima, temendo seriamente per la propria incolumità e per quella della figlia, si è decisa a raccontare ai poliziotti la sua storia di violenza, durata più di dieci anni. L'indagato, che già era agli arresti domiciliari per una rapina, è stato portato in carcere ed è ora detenuto a Terni.