Roma, scoperta l'identità delle due escort cinesi uccise a via Riboty

Polizia
Polizia

Dopo quasi una settimana di attesa è stato ufficializzato il nome delle due vittime cinesi uccise nel triplice omicidio avvenuto a Roma, nel quartiere Prati. Si tratta di due donne di 45 e 55 anni.

Omicidio escort a Roma: scoperta l’identità delle due vittime cinesi

Anche le altre vittime adesso hanno un’identità. Si tratta di Yang Yun Sia, 45 anni, e Li Yan Song, di 55 anni. Entrambe erano escort e quella che si è poi rivelata essere la più anziana delle due, in un primo momento, si pensava che avesse solo 25 anni. Il riconoscimento è stato possibile grazie a numerose tesimonianze, al lavoro della polizia scientifica e quello dell’ufficio immigrazione. Ci sono voluti 6 giorni dalla data del femminicidio, avvenuto il 17 novembre 2022, per scoprire le generalità di Yang e Li.

La più giovane voleva tornare in Cina

Yang Yun Sia era nota ai più come Lia, un nome più semplice da ricordare. La donna era stata a gennaio 2022 in Cina, dove aveva lasciato il figlio Liman. Per due volte ha dovuto rimandare la partenza. Yang e Li vivevano in via Riboty, a Roma, dove sono state burtalmente assassinate insieme ad una donna colombiana di 65 anni. Al momento le forze dell’ordine hanno tra i sospettati una sola persona: Giandavide De Pau, un uomo con precedenti penali e vecchi legami con la criminalità organizzata.