Roma, scoperto magazzino di stupefacenti in campagna

cRO/Ska

Roma, 18 lug. (askanews) - Nei giorni scorsi gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Primavalle, diretto da Tiziana Lorenzo, hanno portato a termine una lunga attività d'indagine che ha consentito di individuare e smantellare un importante magazzino di stupefacenti, traendo in arresto una persona.

In particolare, grazie ai pedinamenti di un soggetto con vari precedenti di Polizia, che gli investigatori ritenevano essere il fornitore di alcune piazze di spaccio capitoline, è stato individuato un casolare disabitato in aperta campagna, a due passi dalla cd. "Città Morta" di Santa Maria di Galeria, adibito a "custodia" di cocaina e hashish.

Durante la perquisizione sono stati rinvenuti 13 chili di sostanza stupefacente, una pistola semiautomatica calibro 9 mm, rifornita - risultata rubata - nonché materiali distintivi in uso esclusivamente alle Forze dell'Ordine.

I poliziotti, dopo aver monitorato i loschi movimenti, hanno deciso d'intervenire. L'uomo, vistosi scoperto, è scappato a bordo della propria autovettura, tentando si speronare più volte la pattuglia della Polizia. Gli agenti sono riusciti a fermare il fuggitivo nei pressi della stazione di Cesano.

A seguito di analisi svolte presso il Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica si è potuto accertare che il materiale sequestrato avrebbe consentito il confezionamento di circa 50.000 dosi di cocaina e 150.000 di hashish, per un valore sul mercato di oltre 2 milioni di euro.

Arrestato, C.G., italiano di 56 anni, dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, in quanto, a seguito dell'inseguimento, un agente ha riportato lesioni per le quali è dovuto ricorrere a cure mediche.