Roma: senatori ecodem, ripristinare fermata bus a Via del Plebiscito

+++Intervenga ministro interno, motivi sicurezza eccezionali

decaduti+++.

(ASCA) - Roma, 20 apr - I senatori Francesco Ferrante e

Roberto Della Seta hanno presentato al ministro dell'Interno

un'interrogazione parlamentare per chiedere di revocare i

motivi di sicurezza eccezionali che hanno comportato da parte

del prefetto di Roma la soppressione della fermata dei bus in

Via del Plebiscito, la strada dove si trova Palazzo Grazioli

in cui Berlusconi ha la sua abitazione romana.

''Sono passati 160 giorni dalle dimissioni di Silvio

Berlusconi eppure -dichiarano i due senatori del Pd- nulla e'

cambiato, perche' non solo non e' stata ripristinata la

fermata ma l'imponente servizio di vigilanza permanente

occupa ancora tutto il perimetro di Palazzo Grazioli come se

Berlusconi fosse ancora presidente del Consiglio.

Sono trascorsi inoltre 845 giorni da quella mattina del

Dicembre 2009 quando, senza alcun preavviso, venne rimossa la

fermata Atac in via del Plebiscito che raccoglieva piu' di 18

linee di autobus e che permetteva uno scambio veloce da una

linea all'altra per gli oltre 10 mila utenti quotidiani di

quella fermata. Subito parti' una raccolta firme che, grazie

all'impegno di cittadini, residenti, commercianti, studenti,

operatori del turismo e utenti del servizio pubblico, in

poche settimane ha raccolto piu' di 10 mila adesioni

consegnate a fine Febbraio 2010 al Prefetto di Roma. Da quel

giorno -aggiungono i senatori- la fermata risulta ancora

soppressa, nonostante le numerose iniziative intraprese da

comitati, associazioni e dal Partito Democratico del Primo

Municipio''.

I due senatori fanno inoltre osservare che le due fermate,

la precedente in Via del Corso e la successiva a Largo

Argentina, sono distanti tra loro un chilometro, con disagio

per le tante persone anziane che utilizzano il trasporto con

i bus.

Ricerca

Le notizie del giorno