Roma, sgominata banda di picchiatori Monterotondo

webinfo@adnkronos.com

Blitz congiunto di carabinieri e polizia contro una banda di picchiatori che aggredivano per futili motivi cittadini inermi a Monterotondo, in provincia di Roma. In particolare i carabinieri della Compagnia di Monterotondo e gli agenti del commissariato di polizia di Tivoli hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e di obbligo di dimora, emessa dal gip del Tribunale di Tivoli, nei confronti di diversi persone ritenute responsabili, a vario titolo, di rapina e lesioni personali aggravate. Gli arrestati si muovevano e agivano come 'branco', pestando, anche solo per futili motivi, concittadini di Fonte Nuova, una popolosa cittadina alle porte di Roma. 

Gli arrestati, di età compresa tra i 19 e i 26 anni, facevano parte di una vera e propria 'banda di picchiatori', che si è resa responsabile di brutali aggressioni in danno di malcapitati presi di mira per futili motivi e nei casi più gravi ridotti quasi in fin di vita, con azioni plateali sulla pubblica via.  

Le vittime, da quanto è emerso, erano terrorizzate dai brutali pestaggi e dal timore di eventuali ripercussioni, anche per i familiari. Per questo l’indagine ha incontrato inizialmente difficoltà per le mancate collaborazioni delle vittime terrorizzate. Gli investigatori hanno ricostruito l’esatta dinamica degli eventi e di individuato gli indagati, che sono poi finiti in manette.