Roma, sopralluogo Raggi a cantiere Torre Maura. Pd: comparsata

Sis

Roma, 24 lug. (askanews) - La sindaca di Roma Virginia raggi si è recata questa mattina in sopralluogo ai cantieri stradali di via Walter Tobagi, a Torre Maura, insieme al presidente M5S del VI Municipio Roberto Romanella. Un intervento su strade periferiche che, ha ricordato la sindaca "non vedevano manutenzione da vent'anni". "Lavori profondi", li ha definiti la sindaca, che intervengono su tutti gli strati sottostanti, liberando le caditoie. "Quando vengono ripuliti si trovano 'cimeli' di vent'anni fa. Cosi' si preverranno anche allagamenti con la prossima stagione", ha aggiunto Raggi che ha spiegato che "Le condizioni erano veramente critiche. Ora iniziamo a raccogliere i frutti, ogni volta che apre un cantiere faremo festa".

Contrariato il Pd del Municipio rispetto alla visita della sindaca: "una visita a Torre Maura, ovviamente a sorpresa e senza nessun appuntamento fissato con i cittadini", ha lamentato il capogruppo Pd nel Municipio VI, Fabrizio Compagnone. "Peccato, sarebbe stato interessante farle vedere in che stato versa il quartiere - ha sottolineato Compagnone -. Avremmo potuto portarla a fare un giro nelle scuole per capire bene come vivono i nostri figli all'interno, oppure a fare una passeggiata nei parchi pubblici tipo Belon che "grazie" al Comune ha perso un'importante opportunità di riqualificazione. Avremmo persino potuto portarla in macchina su qualche strada limitrofa come Via Silicella, per farle comprendere i problemi di viabilità dovuti alle buche che i cittadini del quadrante vivono ogni giorno. In realtà, però, capisco l'imbarazzo davanti alla dura realtà". Quindi, aggiunge il capogruppo Pd "meglio presentarsi in incognito, soprattutto dopo le gravi assenze registrate negli ultimi mesi, quando, nonostante servisse dare una risposta forte dopo alcuni gravissimi fatti che hanno colpito il quadrante, ha preferito letteralmente abbandonare la sua maggioranza e tutti i cittadini". "Sarebbe stato interessante anche farle vedere l'ex plesso scolastico di Via dei Tordi, adesso in carico al Ministero degli Interni - spiega Compagnone -: forse avrebbe addirittura potuto chiamare l'alleato di governo del suo movimento, in modo da sollecitare finalmente l'intervento di ristrutturazione. Immagino però che tutto questo sia troppo impegnativo per la Sindaca, meglio limitarsi alla solita comparsata. Nonostante il tempo passi la Sindaca continua a non capire: questo modo di apparire sui territori ai cittadini non è mai servito, non serve oggi e tanto meno non servirà mai in futuro", conclude.