Roma sporca, dall'allerta dei pediatri alla Tari record - Rotocalco n. 48 del 27 novembre 2019

Non solo a Roma e nel Lazio la questione rifiuti non trova ancora soluzioni. Adesso i romani si ritrovano a fare i conti con la Tari, la tassa sui rifiuti. Da record, la più alta del Lazio, una delle più salate tra le grandi città. Ben 378 euro, molto più della media nazionale di 300 euro, di quella regionale, 325 euro. Insomma, romani spremuti come calzini a fronte di servizi sempre più scadenti. In generale nella classifica elaborata da Cittadinanza attiva, tra le regioni italiane, la maglia nera in assoluto va alla Campania, 421 euro l’anno, mentre la coccarda di regione più economica se l’appunta il Trentino Alto Adige, 190 euro per una famiglia tipo di 3 persone e una casa di 100 metri quadri. In generale in media nel centro Italia si pagano 299 euro. Al Sud 351 euro, al Nord 258 euro. Ma nella Capitale i problemi non si esauriscono con la mazzata 'Tari'. Ora si aggiunge l'allerta dei medici pediatri. I bimbi si ammalano sempre di più. Secondo la Federazione dei pediatri infatti la maggior parte delle infezioni in aumento fra i bambini sarebbe legata alla scarsa igiene in città.