Roma, spunta la “mummia della Piramide”: scheletro davanti alla metro

roma scheletro metro piramide

Ritrovamento inquietante nel cuore di Roma. In piazzale Ostiense, proprio davanti all’uscita della stazione della metropolitana Piramide, è stato infatti rinvenuto uno scheletro. A fare la macabra scoperta alcuni tecnici di Acea, il fornitore di energia elettrica e gas della Capitale, mentre effettuavano degli scavi nei pressi della linea metro B per installare un lampione.

Trovato scheletro a Piramide

Anche se la notizia si è diffusa solo il 20 settembre 2019, in realtà il ritrovamento è avvenuto qualche giorno fa. L’area di fronte alla stazione Piramide infatti è stata transennata dagli addetti della Sovrintendenza capitolina che si sono messi al lavoro per rimuovere i resti umani.

Anche se il nome è improprio, lo scheletro è stato già ribattezzato “la Mummia della Piramide”. Gli esperti tenteranno ora di risolvere l’enigma e datare il reperto, che si ipotizza possa risalire ad età antica, forse di epoca romana. Non escluso però anche che possa trattarsi di una vittima dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

E’ possibile anche possa far parte della necropoli ostiense e che la tomba sia stata in passato trafugata poiché vicino al corpo non è stato ritrovato nessun oggetto. Lo scheletro è comunque ben conservato, apparentemente adagiato con il cranio rivolto verso un lato.

La vita del defunto

Una volta che si sarà riusciti a risalire al periodo della sepoltura, la Soprintendenza Speciale di Roma tenterà anche di ricostruire la vita del defunto.

E’ ancora troppo presto per sapere se si tratta di un uomo o di una donna. Oltre alla ricerca di un frammento di DNA, molto utili probabilmente saranno i denti, attraverso i quali si potrebbe comprendere per esempio l’età e il tipo di alimentazione. Le altre ossa, ed eventuali malformazioni nello scheletro, potrebbero invece svelare persino il tipo di lavoro svolto dal defunto.