Roma, travolto e ucciso da furgone pirata: un fermo

·1 minuto per la lettura

Un romano di 46 anni è stato sottoposto a fermo dai carabinieri della compagnia di Anzio perché ritenuto il conducente del furgone che, il 26 ottobre scorso a Tor San Lorenzo (Roma), ha travolto un tunisino di 58 anni, lasciandolo a terra senza soccorrerlo. La vittima è deceduta ieri all'ospedale San Camillo di Roma. Il 46enne è accusato di omicidio stradale e omissione di soccorso.

I carabinieri sono risaliti al 46enne grazie all'analisi dei filmati delle telecamere di videosorveglianza pubblica e privata, presenti vicino al punto dove il tunisino è stato investito, alla raccolta di dichiarazioni e testimonianze. Sono riusciti ad identificarlo e ad individuarlo nella zona di viale di Colle Romito, a Tor San Lorenzo. Il 46enne, quando è stato fermato dai carabinieri, ha subito ammesso le proprie responsabilità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli