Roma, trovato cadavere nei cassonetti: aperta indagine per omicidio

Roma, trovato cadavere nei cassonetti: aperta indagine per omicidio

Macabra scoperta quella fatta da un passante vicino al civico 24 di via Ponte Mammolo, nella zona Triburtina di Roma. Infatti, è stato trovato il cadavere di un uomo affianco ad alcuni cassonetti dell’immondizia. Le forze dell’ordine sono state prontamente avvisate della scoperta e si sono velocemente recate sul posto. Secondo le prime ricostruzioni, i Carabinieri avrebbero riconosciuto la vittima: sarebbe un italiano di 40 anni senza fissa dimora e molto conosciuto nella zona.

Dopo una prima analisi, la Procura di Roma ha deciso di aprire un’indagine per omicidio. Il ritrovamento del cadavere è avvenuto nella prima mattinata di oggi, venerdì 23 agosto 2019, intorno alle 7, vicino ad alcuni cassonetti adibito alla raccolta differenziata. Secondo quanto riporta ‘Il Quotidiano’, i pantaloni indossati dalla vittima era ricoperti di sangue, che fanno pensare proprio ad un omicidio.

L’intervento dei Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Montesacro e i militari del Nucleo Investigativo di Via In Selci hanno perquisito la zona ed hanno deciso di raccogliere i primi rilievi della possibile scena del crimine. Il medico legale che ha lavorato sul cadavere ha confermato l’ipotesi di un’aggressione: il sangue che macchiava i pantaloni della vittima è fuoriuscito da una profonda ferita ad altezza polpaccio. Si dovrebbe trattare di una ferita da arma da taglio.

Sulla strada è stata ritrovata, inoltre, una scia di sangue a testimoniare che l’omicidio non è stato commesso sul luogo del ritrovamento. Probabilmente, l’uomo si è trascinato fino ai cassonetti prima di arrendersi alla morte. “Sono passato qui all’una della notte scorsa e non c’era nulla“, ha raccontato alle forze dell’ordine un testimone. La Procura di Roma ha deciso di aprire un’inchiesta: la vicenda è tutt’altro che chiara.