Roma, un nubifragio paralizza la città

(AP Photo/Andrew Medichini)


Grandine, fulmini, saette, raffiche fortissime di vento e un acquazzone che da tempo non se ne vedevano: è quanto è capitato nella giornata di mercoledì 2 ottobre a Roma. Il temporale è stato improvviso e con chicchi di grandine grandi come sassi. Sebbene la pioggia più violenta sia durata pochi minuti, il maltempo ha fatto in tempo a bloccare per il resto del pomeriggio tutti i servizi di trasporto pubblico e gli automobilisti in viaggio per le vie della capitale, creando chiaramente enormi disagi.


GUARDA IL VIDEO: Gli uragani più devastanti della storia


Il sito di infomobilità romana Luceverde, per esempio, ha segnalato rallentamenti in via Salaria, all'altezza di via della Marcigliana, a causa della presenza di alberi scaraventati sulla carreggiata dal nubifragio. Anche i treni hanno viaggiato con perlomeno 60 minuti di ritardo con riprogrammazione del servizio ferroviario per il maltempo.


La preoccupazione dei residenti per le strade allagate e l'allerta vento non si è potuta placare visto che la Protezione Civile ha diramato un'allerta di codice giallo e avvisato che il temporale non smetterà prima di giovedì. Secondo la nota diramata, infatti, sono previste "precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti la criticità è indicata con codice giallo per rischio idrogeologico per temporali su tutte le zone di allerta".


GUARDA IL VIDEO: Lussemburgo, il tornado è devastante