A Roma un vero e proprio Palazzo della Moda dedicato a... -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 26 lug. (askanews) - "E' importante pensare e intraprendere azioni serie a tutela del settore moda e del made in Italy. Dagli artigiani, ai piccoli laboratori, dalle accademie di moda ai grandi marchi che hanno reso la nostra città conosciuta nel mondo per le loro creazioni, che rappresentano ciò che di più raffinato possa essere concepito. Vogliamo coinvolgere e supportare le sartorie, le accademie e le case di moda presenti e attive sul nostro territorio. Il settore della moda è un patrimonio tutto italiano che deve essere riconsiderato e rilanciato, specie sul territorio romano che ha visto nascere le più note case di moda: da Bulgari a Fendi, da Gattinoni a Balestra a Biagiotti, solo per citarne alcune. Il settore sta sì vivendo un momento di incertezza, ma l'interesse per le produzioni italiane rimane invariato nel tempo. Questo perché il made in Italy era e resta il fiore all'occhiello della nostra tradizione manifatturiera artigiana; in un capo d'abbigliamento italiano c'è tutta la storia e la qualità che il mondo ci invidia. La moda che esce dai nostri laboratori e il sapere delle nostre accademie rappresentano quella cultura produttiva, quell'impegno, quei valori e quei meriti che dobbiamo rilanciare collaborando con loro e con tutte le realtà imprenditoriali profondamente radicate nei territori del nostro paese. Incoraggiare le nuove generazioni alla creatività e alla ricerca è un nostro dovere. E' importante quindi che nella Capitale d'Italia sia presente un luogo dedicato alla moda romana che possa favorire il rilancio di tutto il comparto: sartorie, laboratori, accademie e case di moda", conclude la consigliera del M5S.