Roma-Xhaka, si tratta sui bonus individuali: le ultime

·1 minuto per la lettura

Non è un segreto, Granit Xhaka è un obiettivo della Roma. Lo svizzero potrebbe essere il primo rinforzo per Mourinho e non ha nascosto la sua voglia di lasciare l’Arsenal. Manca, però, l’accordo tra i due club nonostante la volontà di tutte le parti in causa di arrivare a nozze. Xhaka il 28 giugno affronterà a Bucarest la Francia negli ottavi di finale di Euro2020 e ha messo in stand by la questione che è comunque portata avanti dai dirigenti.

BONUS - ​L’offerta della Roma fin qui non si è smossa dai 15 milioni di parte fissa più bonus da definire. E la chiave sarebbero proprio i bonus legati alle prestazioni individuali del 28enne. Premi che andrebbero pagati la prossima stagione e quindi aiuterebbero a snellire l’esborso economico della Roma. In particolare si tratta sui bonus relativi alle presenze accumulate dal centrocampista. Il limite dovrebbe essere alla trentesima presenza stagionale, un obiettivo più che concreto vista l’affidabilità di Xhaka. Roma e Arsenal sono al lavoro sulla cifra che dovrebbe aggirarsi su 1 milione di euro, ma può variare se il limite viene aumentato o abbassato. Poi ci sono i bonus legati agli obiettivi stagionale che potrebbero portare il prezzo finale ai 18 milioni chiesti dal club inglese inizialmente. Non si muove quindi la parte fissa sulla quale la Roma non transige forte anche della volontà di Granit di venire a Roma. Lo svizzero ha già detto sì a un quadriennale da 2,5 milioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli