**Roma: Zevi, 'primarie 'cool' e verranno in 100mila per centrosinistra non raccogliticcio'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 apr (Adnkronos) – "Una città giovane, aperta, attrattiva, che guarda al futuro". Tobia Zevi è il candidato sindaco di Roma più giovane, 38 anni. Ma anche quello in campo da più tempo: "Da prima dell'annuncio della Raggi", sottolinea. E' in corsa per le primarie del centrosinistra e, racconta all'Adnkronos, ha deciso di 'buttarsi' "perchè consideravo, e considero, scandaloso che non si parlasse di Roma e del suo futuro. Mentre la città affondava. Ho posto la questione soprattutto alla classe politica, ho visto che non c'erano effetti e ho deciso di lanciare una candidatura di cambiamento e innovazione".

A chi si rivolge, il candidato Zevi? "A Roma i problemi sono noti. Le soluzioni da mettere in campo richiedono energia, anche politica. Penso che un giovane, un outsider, libero da cordate sia una occasione per realizzare queste soluzioni -spiega-. Roma è stata governata male, ma ha tutto per farcela. Vorrei parlare a una generazione, quella dai 20 ai 40 anni, per dire 'cambiamo Roma', come recita il mio slogan".

Tra le prime proposte di Zevi, c'è stata quella sulla sua squadra: "Oggi l'uomo solo al comando va a sbattere. L'idea, con una squadra di 10 persone, è quella di rendere visibili categorie, mondi, idee forti per cambiare la città. Ci saranno Valeria Basseti, la sindaca della notte, per gestire le ore notturne non in chiave problematica ma di opportunità; Annalisa Canfora, perchè cultura e creatività sian viste come investimento economico e fattore di ricucitura di una comunità; Mario Colamarino, militante Lgbt+, una opportunità per la città in chiave di tutela dei diritti e per renderla più attrattiva".