**Roma: Zevi, 'primarie 'cool' e verranno in 100mila per centrosinistra non raccogliticcio'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – (Adnkronos) – Come arriva il centrosinistra a queste primarie a Roma? "Io sono stato il primo a chiedere primarie, è stata una grande vittoria esserci arrivati. Sono uno strumento che consente alle persone di scegliere. Verrà tanta gente a votare, io dico 100mila persone. C'è voglia di contare. Se rendiamo l'appuntamento 'cool', non una cosa grigia e da apparati, se diciamo che vogliamo mandare via la Raggi, la gente viene".

Il centrosinistra a Roma, però, non ha fatto mancare liti e discussioni: "Adesso si sta andando nella direzione giusta. Si faranno primarie anche per i presidenti di municipio, al tavolo di centrosinistra siedono anche le associazioni, oltre ai partiti, c'è la volontà di allargare. Se noi intendiamo il centrosinistra come una somma di partiti, è una operazione raccogliticcia. Ma se intendiamo tutti i cittadini e le cittadine che guardano dal centrosinistra, l'operazione è molto seria e porterà un contributo enorme".

Com'è il rapporto con il Pd? "Il Pd deve fare uno sforzo per esser meno autoreferenziale, deve rendersi conto che il lavoro fatto in questi anni è insufficiente. Ma ha deciso di fare le primarie, oggi ha l'occasione per essere il perno di un meccanismo del cambiamento. Ora verrà fuori il suo candidato e sarà quello da battere". Infine, il M5s: "Nel 2016 800mila persone hanno votato Raggi non perchè la conoscevano ma per vendetta verso la destra e il Pd. Oggi l'esperienza Raggi è totalmente negativa. Dobbiamo rivolgerci a chi la votò per delusione, persone che hanno diritto di essere incazzate. Si può cambiare idea. Gli accrocchi di gruppi dirigenti sono un conto, parlare a un popolo è una cosa diversa".