Romania: 20 anni di carcere a ex comandante di un campo di lavoro comunista

Condannato definitivamente a 20 anni di carcere in Romania, Ioan Ficior, ex comandante di un campo di lavoro comunista.

L’Alta Corte di Cassazione ha respinto l’appello dell’ottantanovenne, che un anno fa era stato stato giudicato colpevole di “crimini contro l’umanità” e ha ordinato la sua incarcerazione immediata.

Ficior dovrà risarcire gli ex detenuti o le loro famiglie con una somma di 310.000 euro, in solido con l’amministrazione penitenziaria, i ministeri delle Finanze e dell’Interno.

Durante la sua direzione del campo di Periprava, riservato agli oppositori politici, morirono almeno 103 detenuti, fra il 1958 e il 1963.

È la seconda condanna definitiva del genere dalla caduta del regime, dopo quella di Alexandru Visinescu, ex comandante della prigione di Ramnicu Sarat che sconta 20 anni di carcere.

Former communist commander of the Periprava labor camp, Ioan Ficior, sentenced to 20 years in prison https://t.co/77JbUqVqHk pic.twitter.com/mDmmjJugRp— CDTR.cz (@cdtrcz) 29 mars 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità