Romania, chiesti 7 anni di prigione per leader Socialdemocratici

Dmo

Bucarest, 15 mag. (askanews) - La procura anti-corruzione della Romania (Dna) ha chiesto sette anni e mezzo di prigione per il leader dei Socialdemocratici, il partito che è attualmente al governo, Liviu Dragnea per l'accusa di frode per false assunzioni.

Dragnea è stato già condannato a due anni con la sospensiva per frode elettorale, condanna che ha bloccato la sua nomina a premier. Il leader del Psd, presente all'udienza, si è nuovamente dichiarato innocente sostenendo che le accuse sono basate su pettegolezzi.

Secondo l'accusa Dragnea assunse due donne ai servizi sociali della sua regione di origine, Teleorman nel sud della Romania, ma le dipendenti lavoravano di fatto per la sede locale del Psd.

Secondo il Dna sono stati distratti così in maniera fraudolenta 24mila euro di fondi pubblici tra il 2006 e il 2012, quando Dragnea era presidente del Consiglio regionale.

(fonte afp)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità