Romania, domenica si vota per presidenziali in clima disinteresse -2-

Dmo

Roma, 8 nov. (askanews) - Le elezioni presidenziali si svolgono in un clima politico teso, con l'ennesimo cambio al governo, questa volta con un esecutivo centrista di minoranza guidato dal filo-Ue Ludovic Orban, che ha preso il posto della squadra sfiduciata di Dancila.

La rielezione di Iohannis, con Orban al governo, metterebbe fine ai contrasti degli ultimi anni in cui il presidente si è più volte espresso e schierato apertamente contro l'esecutivo in particolare in occasione del decreto cosiddetto salvacorrotti e di altri tentativi di riforma della giustizia che hanno portato in piazza migliaia di cittadini.

Se, come detto, non ci sono stati veri e propri scontri elettorali, anche per la decisione di Iohannis di non accettare confronti, la Romania, confermando i trend di crescita del 4% quest'anno e del 3,2% nel 2020, si propone come locomotiva europea ma con una drammatica e cronica mancanza di forza lavoro e un'incertezza politica che spaventa.

(Segue)