Romania, gggi si vota per presidenziali in clima disinteresse -3-

Dmo/

Roma, 8 nov. (askanews) - Se, come detto, non ci sono stati veri e propri scontri elettorali, anche per la decisione di Iohannis di non accettare confronti, la Romania, confermando i trend di crescita del 4% quest'anno e del 3,2% nel 2020, si propone come locomotiva europea ma con una drammatica e cronica mancanza di forza lavoro e un'incertezza politica che spaventa.

Tornando ai sondaggi Dancila è data tra il 17 e il 22%, ma senza particolari chance di successo a un secondo turno. L'attore Diaconu è sostenuto da Pro romania e Alde e i sondaggi lo danno tra il 7% e il 16%. Dan Barna, candidato antisistema, è in risalita verso il 19% dei consensi e potrebbe creare qualche problema a Iohannis al secondo turno. La sua campagna elettorale è stata incentrata sulla lotta alla corruzione e per la legalità.

(Segue)