##Romania, insulti alla diaspora: scoppia caso fake news elettorali

Dmo

Roma, 18 nov. (askanews) - "Combattiamo per ogni romeno, ma non per quelli della diaspora. Non sono romeni, se lo fossero non sarebbero andati in un altro Paese, ma sarebbero rimasti come cittadini e contribuenti responsabili. Invece, hanno scelto di lasciarsi alle spalle i loro cari, per vivere peggio in un altro paese, pulendo i water, facendo i badanti per i disabili e lavorando nei campi. Il candidato Iohannis non vede nessun problema in questo, noi li consideriamo traditori ed evasori fiscali". Un messaggio offensivo che ha fatto andare su tutte le furie gli oltre quattro milioni di romeni che vivono e lavorano all'estero. Un messaggio che, come molte fake news che stanno caratterizzando il secondo turno per le presidenziali romene del 24 novembre, è stato attribuito alla ex premier socialdemocratica Viorica Dancila e che è stato fatto passare di chat in chat, su Facebook come se fosse stato scritto dalla sfidante del capo di stato uscente Klaus Iohannis.

Al ballottaggio si confronteranno, infatti, Iohannis, sostenuto dal Partito nazionale liberale (Pnl) e che ha ottenuto il 36,65% al primo turno, e la leader del Partito socialdemocratico (Psd) Dancila al voto del 10 novembre ha raccolto il 23,79%.

Dancila ha pubblicato sul suo profilo ufficiale lo screenshot del post bollandolo come "fake news" e attaccando il presidente Iohannis che, a suo dire, sta usando la tattica di evitare il confronto diretto e fare campagna tramite le notizie false per vincere il secondo mandato. Il messaggio sulla diaspora è diventato virale in poco tempo su Fb facendo il giro dei gruppi dei romeni all'estero. (Segue)