Romania, otto arrestati: riducevano in schiavitù teenager tedeschi

Bea

Roma, 28 ago. (askanews) - Degli adolescenti tedeschi che venivano portati in Romania nell'ambito di un programma per aiutare giovani in difficoltà venivano in realtà tenuti "in condizioni di schiavitù". E' l'accusa della procura romena che ha portato all'arresto di otto persone, tra cui una coppia tedesca, che avrebbero trafficato e abusato dei minori attraverso il programma Projekt Maramures, il quale godeva di finanziamenti pubblici tedeschi. Ne riferisce la Bbc.

Secondo la procura romena i ragazzi venivano trattati in modo "umiliante e degradante". Il sito di Projekt Maramures afferma che il suo obiettivo è di "riabilitare" ragazzi in difficoltà, aiutando minori che hanno problemi comportamentali e dipendenze da droghe, offrendo attività ricreative e aiuto piscologico in una fattoria nel nord della Romania, nella regione di Maramures. (Segue)