'Romeo e Giulietta' ambientato in Iraq: va in scena scontro religioso

Londra (Regno Unito), 25 apr. (LaPresse/AP) - In un nuovo allestimento del capolavoro di Shakespeare 'Romeo e Giulietta' un regista teatrale di Baghdad ha trasformato i Montecchi e i Capuleti in rivali religiosi nell'Iraq devastato dalla guerra. L'autore, Monadhil Daood, dice che spera che la sua versione dello spettacolo possa dimostrare le ricche tradizioni teatrali del suo Paese. Daood, infatti, ha raccontato che la sua compagnia teatrale irachena sta mettendo in scena l'adattamento del classico racconto d'amore allo Swan Theater di Stratford-upon-Avon, città natale del famoso drammaturgo inglese. Il regista, inoltre, ha sottolineato che il nuovo allestimento trasferisce la trama tradizionale all'attualità dell'Iraq, dove la violenza alimentata da divisioni tra musulmani sunniti e sciiti. Le performance, in programma dal 26 aprile al 5 maggio, sono state commissionate dalla Stratford-based Royal Shakespeare Company e rientrano nel festival mondiale su Shakespeare.

Ricerca

Le notizie del giorno