Ronaldo resta senza benzina: per rifornire le sue auto i bodyguard fanno 7 ore di fila

·1 minuto per la lettura
REUTERS/Phil Noble
REUTERS/Phil Noble

La crisi del carburante che ha colpito il Regno Unito negli ultimi giorni conta tra le sue vittime anche Cristiano Ronaldo. Secondo i principali tabloid inglesi, il calciatore è rimasto a secco e due suoi bodyguard sono stati costretti a fare sette ore di fila davanti a una pompa di servizio per rifornire le sue auto. Ma non ci sono riusciti. 

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo: "Ho portato mio figlio a vedere dove vivevo e pensava stessi scherzando. Voglio che sia umile"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Cristiano Ronaldo, i 4 figli nella nuova scuola: quanto costa la retta per un solo mese di lezione

Secondo quanto racconta il tabloid Mirror, i due bodyguard dovevano rifornire una Bentley da 164mila sterline e una Range Rover. Ma, dopo aver atteso sotto la pioggia al distributore dalle 14.20 del pomeriggio fino alle 21, sfiniti dall'attesa sono tornati a casa a mani vuote. "La sua sicurezza ha aspettato per ore, ovviamente, sperando che alla fine arrivasse un'autocisterna", ha spiegato una fonte ai tabloid, "ma sono stati costretti a tornare indietro. I due uomini sembravano stufi di aspettare sotto la pioggia".

LEGGI ANCHE: Natacha Rodriguez racconta la passione avuta con CR7

Da giorni nel Regno Unito scarseggia la benzina. Il razionamento delle quantità nelle stazioni di servizio ha scatenato il panico tra i cittadini, che hanno preso d'assalto le pompe di rifornimento. In molti casi sono scoppiate liti e disordini. 

Regno Unito a corto di benzina. Mancano autisti di mezzi pesanti

LEGGI ANCHE: Gb, crisi della benzina: da lunedì interviene l'esercito

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli