Ronzulli (FI): serve welfare per infanzia, investire nel futuro

Fdv

Roma, 31 dic. (askanews) - "Il 2019 ha fatto emergere un quadro decisamente allarmante per il mondo dell'infanzia: a partire dai casi di bullismo e cyberbullismo, passando dalle insidie che si celano nel web e per il giro d'affari dietro al mondo degli affidi, fino ad arrivare a episodi di maltrattamenti, rapimenti, abusi anche di natura sessuale in strutture di accoglienza, emarginazione addirittura a scuola ed esclusione sociale. Senza contare i dati allarmanti dell'Istat secondo cui in Italia ci sono quasi un milione e 300 mila bambini in condizioni di povertà". Così, in una nota, la presidente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza, Licia Ronzulli.

"Una fotografia drammatica - aggiunge - che fa emergere l'esigenza di una risposta forte da parte delle istituzioni. Per fronteggiare queste sfide serve un nuovo modo di intendere i minori per far sì che i loro diritti siano sempre effettivamente garantiti e per favorire l'inclusione sociale di tutti i bambini: bisogna mettere in piedi un 'welfare per l'infanzia', un sistema organico di norme a tutela dei nostri ragazzi. Occorre stanziare risorse importanti, innanzitutto in favore di famiglie e scuola, ma anche di tutte quelle strutture che a vario titolo ospitano minori, perché investire sui bambini è investire sulla società del futuro. Un obiettivo fondamentale su cui nel 2020 si concentreranno gli sforzi della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza dopo il successo già ottenuto con i finanziamenti stanziati in manovra per la prevenzione di bullismo e cyberbullismo nelle scuole".