Rosolino ride sotto la Marmolada: lo scatto scatena la polemica

Rosolino ride sotto Marmolada
Rosolino ride sotto Marmolada

Massimiliano Rosolino è finito al centro di una brutta polemica. Il nuotatore ha postato su Instagram uno scatto che lo ritrae mentre ride sotto la Marmolada, a pochi giorni di distanza dalla tragedia che ha visto parecchie persone perdere la vita. Perché ha messo a segno un gesto del genere? E’ lui stesso a spiegarlo.

Rosolino ride sotto la Marmolada

Un passo falso, una caduta di stile che nessuno si sarebbe aspettato. Stiamo parlando di Massimiliano Rosolino e dello scatto che ha condiviso su Instagram. A distanza di pochi giorni dal disastro della Marmolada, che ha visto morire diverse persone, il nuotatore ha postato una foto che lo ritrae sotto la montagna sorridente come non mai. A didascalia, ha scritto: “Chi non ride non vince“. L’immagine è stata sommersa di critiche e in molti lo hanno attaccato senza mezzi termini, giudicando del tutto fuori luogo la condivisione. Massimiliano, intervistato dal Corriere della Sera, ha spiegato che non intendeva mancare di rispetto a nessuno, sottolineando che lo scatto è stato scattato prima della tragedia. Ha dichiarato:

“La foto risale a una settimana fa, dunque ben prima della tragedia della Marmolada. L’ho messa perché sul profilo Instagram mi piace condividere il ‘vissuto’ personale e i luoghi belli. Lungi da me l’idea di offendere o di ferire qualcuno: non mi sento un criminale. Ma di sicuro nel futuro starò più attento”

Le parole di Massimiliano Rosolino

Rosolino ha dichiarato:

“Prima di tutto il momento di quegli scatti: non sono stati successivi alla disgrazia, ma li ho fatti ben prima. Ero a Canazei assieme a 35 bambini di un famoso camp estivo che ne accoglie addirittura 900: quindi immortalavo qualcosa di felice. Secondo: ho pubblicato le immagini senza pensare al disastro, anche perché la Marmolada è più in là. Volevo sottolineare la bellezza di quei posti, contavo di comunicare una bella immagine della Val di Fassa, che è un luogo splendido. Infine, io sono anche legato al WWF, quindi promuovere l’attenzione verso la natura è una cosa che mi appartiene”.

Massimiliano ha postato lo scatto senza pensare alla tragedia della Marmolada e si scusa se, in qualche modo, ha offeso qualcuno.

Massimiliano Rosolino chiede scusa

Anche se il suo gesto non è stato assolutamente premeditato, Rosolino ha ammesso che in futuro farà più attenzione. In ogni modo, però, ha voluto sottolineare che, anche sulla Marmolada, la vita continua. Ha dichiarato:

“Ovvio che non lo rifarei. Chiedo anche scusa, ma sottolineo che in certe reazioni c’è molta ipocrisia. Non mi risulta, ad esempio, che dopo la disgrazia da quelle parti si sia smesso di vivere e di condurre la consueta normalità quotidiana, serale e notturna, al netto del dolore per quanto è accaduto: perché allora accanirsi contro quella foto? Aggiungo che non sono immune da critiche e che accetto di buon grado tutto ciò che è costruttivo: lo faccio pure stavolta, diciamo che ho sbagliato una vasca da 50 metri. Ma deve finire lì, la mia sincerità e la mia buona fede non possono essere messe in discussione”.

In conclusione, Massimiliano ha preferito non replicare a tutte le critiche che ha ricevuto sui social. “Di sicuro devo essere più accorto, anche perché ho capito che oggi è faticoso fare qualsiasi cosa e che è molto alto il rischio di essere equivocati“, ha dichiarato il nuotatore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli