Rossi (Toscana): di questa autonomia penso tutto male possibile

Xfi

Firenze, 22 lug. (askanews) - «Di questo accordo sull'autonomia penso tutto il male possibile. Dopo il referendum del 2016, quello che avrebbe ricentralizzato trasformando le Regioni in una sorta di provincia, è chiaro che la fuga in avanti di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna avrebbe portato ad una situazione che avrebbe minacciato di rompere il paese, l'unità nazionale". Così, a Controradio, il presidente della Toscana, Enrico Rossi. "Se andranno avanti così -sostiene Rossi- le Regioni del Nord avranno 2 miliardi e mezzo in più e il Sud ne perderà tre. In sostanza, vuol dire che vince chi è già ricco. Si è parlato di secessione dei ricchi. In effetti è così, inutile girarci intorno".

"Senza voler sembrare offensivo verso nessuno, un paese che fa 23 politiche particolari, più la legislazione concorrente, è un paese unito? Io penso di no. Invece, abbiamo bisogno di un perno centrale che funzioni", conclude Rossi.