Rota (Fai Cisl): Patuanelli ha detto che c’è ingiustizia da sanare

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 apr. (askanews) - "Le nostre richieste sono chiare e il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli in maniera molto chiara ci ha detto che c'è una ingiustizia da sanare". Lo ha detto Onofrio Rota, segretario generale della Fai Cisl, in piazza a Treviso durante la manifestazione organizzata dai sindacati davanti alle prefetture di tutta Italia e simbolicamente in piazza a Treviso, Napoli e Roma, per chiedere al Governo ristori per oltre un milioni di lavoratori agricoli. I tre segretari generali oggi hanno proclamato uno sciopero generale dell'agricoltura per il 30 aprile.

"Il Governo deve sanare questa grande ingiustizia perché sono stati violati tanti diritti del settore agricolo. Il prezzo più grande lo stanno pagando le donne - ha detto Rota - che sono state completamente escluse dalla possibilità di lavorare, soprattutto nel settore agrituristico, che è fermo da mesi e mesi. E' una ingiustizia che non ha alcuna giustificazione. Questa non è una battaglia tra imprese e mondo del lavoro - ha detto - se il Governo ha ritenuto gisuto dare sostegno alle imprese perchè non è giusto dare sostegno ai lavoratori e alle lavoratrici?".

"Non basta dire non lasceremo indietro nessuno, vogliamo azioni concrete, non chiacchiere", ha concluso Rota.