Rotondi: serve una lista civica nazionale

Pol/Arc

Roma, 19 ago. (askanews) - "Ora non mi fate montare la testa, sono solo un Dc che sa dire qualche no". Così Gianfranco Rotondi, presidente della fondazione Dc e vicepresidente dei deputati Fi, precisa su Twitter la strategia dell'area del centrodestra indisponibile a una alleanza con Salvini, tornando sulla lista civica nazionale che propone in caso di elezioni.

"Se Fi si consegna all'alleanza con l'estrema destra è un disastro - scrive Rotondi - Io credo che sia solo l'idea di qualche eletto, i nostri elettori sono tutti contrari anche perché chi voleva andare con Salvini lo ha già fatto".

"Credo nella possibilità di un governo di raffreddamento che faccia sgonfiare la bolla populista; ma il mio staff è rientrato dalle ferie e annota tutte le telefonate che arrivano: per la lista civica nazionale servono 24.000 firme, e noi Dc siamo sempre pronti per tutte le evenienze"