Rotta a Provenzano: polemica su Jobs act superata dai dati

Pol/Arc

Roma, 16 gen. (askanews) - "Con il massimo rispetto per il Ministro Provenzano credo che la discussione sul Jobs Act sia stata ampiamente superata dai dati che certificano come con la riforma del mercato del lavoro i posti siano aumentati e i licenziamenti diminuiti. Dal 2014, anno di approvazione del Jobs Act, sono calati costantemente sia il tasso dei licenziamenti, dal 6,5 % al 5,3%, sia il tasso di disoccupazione. A ciò si aggiunga che, come registrato da Inapp, non si sia neppure verificato l'effetto licenziamento temuto sui contratti incentivanti una volta terminati gli sgravi". Lo dichiara la deputata Alessia Rotta, vicecapogruppo vicaria del Pd alla Camera.

"Mi pare che questo sul Jobs Act e sul ripristino dell'articolo 18 sia un dibattito archiviato. Il vero nodo da affrontare - aggiunge Rotta - è come creare posti di lavoro, modernizzando il Paese e attivando investimenti, pubblici e privati, per creare sviluppo e crescita. Sorprende come su alcune questioni dirimenti, non siano le opposizioni a chiedere discontinuità rispetto alle scelte politiche degli ottimi governi di centrosinistra, ma siano esponenti del Pd. Andare avanti insieme sul lavoro significa occuparsi di creare posti, migliorando le politiche attive, già previste dal Jobs Act e affrontare l'emergenza sulla sicurezza e non riesumare vecchi totem".