Rousseau: sì al mandato zero, la Raggi può ricandidarsi

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Rome's Mayor Virginia Raggi attends a press conference to present a new electric scooters sharing service, in front of Rome's Trevi Fountain, Thursday, May 28, 2020. Alternative means of transport are being promoted in Italy's major metropolitan areas following public transports' restrictions that have been set for containing the COVID-19 spread. (AP Photo/Andrew Medichini)
Virginia Raggi (AP Photo/Andrew Medichini)

Il popolo dei grilini ha detto sì al cosiddetto mandato zero per i consiglieri comunali, municipali e presidenti di municipio. L'80,1% degli iscritti certificati e abilitati al voto sulla piattaforma Rousseau hanno risposto a favore del quesito posto dal capo politico del Movimento Cinquestelle Vito Crimi, aprendo alla possibilità che Virginia Raggi si ricandidi a sindaco di Roma. E' quanto emerge dalla votazione che si è conclusa a mezzogiorno e di cui dà conto il Blog delle stelle.

VIDEO - Chi è Virginia Raggi

Con 39.235 voti (80,1 per cento) i militanti del Movimento 5Stelle hanno detto sì al mandato zero, 9.740 invece i voti contrari (19,9 %). Hanno partecipato alle due votazioni un totale di 48.975 aventi diritto che hanno espresso complessivamente 97.685 preferenze.

Il 59,9% si è poi espresso a favore "della possibilità di alleanze per le elezioni amministrative, oltre che con liste civiche anche con i partiti tradizionali". La base ha perciò sposato la linea dei big del Movimento, in primo luogo Di Maio e Fico. Si pone ora il tema dell'accordo con il Pd a partire dalle Regionali di settembre.

GUARDA ANCHE: Roma, la protesta delle spose mancate

LEGGI ANCHE: Il vicesindaco di Roma sgambetta la Raggi: "Così sbaglia e fa un favore alla destra"