Rovigo, è morto Cibotto "cantore del Delta". Il ricordo di Zaia -2-

Mau

Roma, 12 ago. (askanews) - "La sua è una figura immensa di intellettuale vicino alla gente - prosegue il presidente della Regione -. Da autorevole critico letterario, ha fondato e organizzato alcuni tra i premi letterari migliori d'Italia, il Campiello, il Comisso e il premio Estense, ha lavorato con registi e autori di primo piano. Ma al tempo stesso, coni suoi versi in dialetto, con le sue cronache 'letterarie' e il suo spirito graffiante mai banale di giornalista, ha fotografato la terra veneta e la sua gente, facendo vivere tipi umani e affreschi che sono lo specchio del Veneto e nei quali continueranno a riconoscersi anche tra le generazioni future".

"Con Gian Antonio il Veneto perde un sincero e irriverente cantore, uno spirito libero che con orgoglio dichiarava di appartenere ad una 'razza da mona' - conclude il governatore - e che come pochi altri ha dato dignità alle parole e ai sentimenti della gente veneta, alla cultura della sua terra. Grazie Gian Antonio, ti continueremo a trovare tra gli 'scani' del tuo delta, in quell'oasi di pace e di tempo sospeso dal quale non ti hai mai voluto separare".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità