Rt scende sotto 1, ma "l'incidenza è ancora alta"

·1 minuto per la lettura

AGI - Ancora in calo l'indice Rt in Italia. Questa settimana è sceso a 0,98, quindi sotto la soglia dell'1, contro l'1,08 della scorsa settimana e l'1,16 di due settimane fa. E' quanto sarebbe emerso dalla riunione della Cabina di Regia sul monitoraggio settimanale.  

Questa settimana continua anche la diminuzione dell'incidenza rispetto alla settimana precedente, 232.7 per 100.000 abitanti, facendo riferimento alla settimana 22-28 marzo, contro i 240,3 per 100.000 abitanti  nella settimana tra il 15 marzo e il 21. L'incidenza, comunque, resta elevata e ancora lontana da livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il completo ripristino sull'intero territorio nazionale dell'identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti. 

Rimane comunque  alto il numero di Regioni che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica: 14 contro le 12 della settimana precedente.

Secondo i dati, foriti dall'Iss, il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è complessivamente in aumento e sopra la soglia critica (41% vs 39% della scorsa settimana).

Il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è ancora in aumento da 3.546 (23/03/2021) a 3.716 (30/03/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è anche in aumento e sopra la soglia critica (44%) con un aumento nel numero di persone ricoverate in queste aree: da 28.428 (23/03/2021) a 29.231 (30/03/2021).