Rubano e distruggono la carrozzina di una ragazza disabile: lo sfogo

Rubano e distruggono la carrozzina di una ragazza disabile: lo sfogo (Foto Facebook)
Rubano e distruggono la carrozzina di una ragazza disabile: lo sfogo (Foto Facebook)

E' una storia straziante quella di Clemy Spinelli, una donna disabile che ha dovuto fare i conti con la cattiveria di alcuni. Un gruppo di vandali, infatti, le ha rubato la carrozzina solo "per farci un giro", distruggendola e rendendola completamente inagibile.

VIDEO - Palio di Siena, per l’Oipa è da abolire

Fa un certo ribrezzo quanto accaduto a Siena, dove la carrozzina di una ragazza disabile è stata prima rubata, poi distrutta. La vicenda, che ha dell'incredibile, dimostra fin dove può spingersi la cattiveria umana.

LEGGI ANCHE: Barche si scontrano tra Isola del Giglio e Argentario

A raccontare quanto subito è la diretta interessata, Clemy Spinelli, cha ha condiviso l'accaduto su Facebook. Dopo il furto la donna si è rivolta alla Questura di Siena, che ha avviato le ricerche: la carrozzina è stata ritrovata in pessime condizioni e i responsabili del gesto sono stati fermati.

"La carrozzina elettrica con la quale mi muovo a Siena è stata portata via da uno o più soggetti. Hanno opportunamente smontato la mia carrozzina, volevano solo fare un giro, ci pensate? Un giro”, ha scritto Clemy su Facebook. Poi ha sottolineato: "Sono stata informata dalla Questura di Siena, la carrozzina è in condizioni disumane. Questo significa che mi avete spezzato le gambe, ma non avete annichilito la mia voglia di combattervi e farvi la guerra, alla vostra pochezza umana. I disabili, disagiati e disadattati siete voi da sempre e per sempre”.

GUARDA ANCHE - Toscana, l'angolo di paradiso tra Siena e Grosseto: mettiti il costume prima di andare

A commentare l'accaduto è anche Francesca Appolloni, assessore al sociale del Comune di Siena, la quale ha dichiarato: "Clemy è una ragazza coraggiosa, che affronta ogni giorno con enorme determinazione la propria disabilità. I suoi aggressori invece sono dei miserabili vigliacchi, che hanno trasformato la sua carrozzina elettrica in una sfida e in un "gioco", vandalizzandola per il proprio perverso divertimento. Ringrazio la Questura che ha prontamente individuato i responsabili di questo orribile gesto, indegno della nostra civile Siena, e recuperato la carrozzina, purtroppo gravemente danneggiata. Quella carrozzina offesa è oggi un simbolo doppio: del coraggio e della dignità di Clemy, della vigliaccheria e della miseria dei suoi aggressori”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli