Rubano telecamere sorveglianza: quattro arresti nel brindisino

Red/Nes

Roma, 12 set. (askanews) - Quattro persone sono state arrestate a Oria, in provincia di Brindisi per il furto di telecamere dei circuiti di videosorveglianza. I furti erano finalizzati al successivo utilizzo deglli apparati in circuiti paralleli clandestini. I carabinieri non escludono tuttavia che l'obiettivo, una volta fatte sparire le telecamere, fosse quello di compiere reati più efferati, come spaccate, rapine, assalti alle attività commerciali ritenute più remunerative.

Il coinvolgimento degli indagati è confermato in modo indiscutibile per la singolare modalità di condotta, infatti i furti sono stati commessi a telecamere "attive" con la registrazione dell'azione delittuosa a distanza ravvicinata. Questa modalità ha consentito agli iqnuirenti di documentare l'azione delittuosa mentre era in atto e individuare gli autori dei fatti, riconosciuti, poi, sulla base delle video-registrazioni dai Carabinieri della Stazione che hanno operato.

L'attività investigativa ha fatto emergere per tutti i 20 episodi oggetto d'indagine. Tra i bersagli dei furtui stazioni di servizio per l'erogazione di carburante, negozi e punti di ristoro.