Rubicondi, conte d'Aragona: "un ragazzo perbene, con Ivana Trump affetto e complicità'

·1 minuto per la lettura

"Simpatico, piacevole, faceva parte di quel gruppo di giovani che avevano deciso di fuggire dall'Italia per cercare fortuna a New York come Giuseppe Cipriani o mio fratello Loffredo. Incarnavano la spensieratezza, la gioia di vivere, credevano nel sogno americano, ma sempre con la testa sulle spalle". Gelasio Gaetani Lovatelli dell'Aquila d'Aragona ricorda con queste parole l'amico Rossano Rubicondi.

"Ero stato invitato al matrimonio con Ivana Trump nella tenuta dell'ex presidente americano a Mar- a - Lago, a Palm Beach. Matrimonio sfarzoso, si vedeva che tra loro c'era complicità, forse chissà c'erano stati prima delle nozze degli accordi, ma l'affetto tra i due era innegabile".

Il conte d'Aragona ha ricordato ancora un momento delle nozze. "Alla fine delle cerimonia uno dei figli della neo sposa fece un breve discorso - ha proseguito - Augurava alla coppia un mondo di bene, ma metteva in guardia Rossano Rubicondi dal trattare la madre sempre con devoto rispetto perchè, loro, i Trump, lavorano nell'edilizia e commerciavano con il cemento... Rossano non si scompose, un semplice sorriso e la festa riprese. Rossano era così - ha concluso Gelasio Gaetani- un ragazzo perbene e imperturbabile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli