Ruby ter, 14 ottobre udienza clou: in aula teste chiave dei pm

Fcz

Milano, 7 ott. (askanews) - E' prevista il 14 ottobre prossimo la prima testimonianza "clou" del processo Ruby ter che vede imputati Silvio Berlusconi, accusato di corruzione in atti giudiziari, e altre 28 persone, tra cui molte delle cosiddette "olgettine" e altre persone ospitate ad Arcore che secondo l'accusa sarebbero state corrotte dall'ex premier per non non rivelare in Tribunale il "bunga bunga" e agli altri restroscena sui festini di Villa San Martino. Alla prossima udienza, in programma lunedì prossimo, sul banco dei testimoni salirà infatti Melania Tumini, l'ex amica di Nicole Minetti e una delle testimoni chiavi della Procura nei processi Ruby e Ruby bis insieme a Chiara Danese, Ambra Battiliana e Imane Fadil, la marocchina colpita da una rara forma di aplasia midollare e morta dopo una lunga agonia il 1 marzo scorso alla clinica Humanitas di Rozzano. Tumini aveva già reso testimonianza nei primi due processi sui festini a luci rosse di Arcore, fornendo particolari inediti sulle serate del "bunga bunga", come gli spoglierelli delle olgettine travestite da infermiera o poliziotta.

Non sarà invece ascoltata nel corso della prossima udienza Ambra Battilana: l'ex Miss Piemonte, altra testimone chiave del procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e del pm Luca Gaglio, si trova infatti a New York e, attraverso il suo legale, ha fatto sapere che non potrà essere presente in aula il 14 ottobre. La sua testimonianza è dunque destinata a slittare nelle udienze immediatamente successive: non il 21 ottobre, giorno in cui è previsto lo sciopero degli avvocati penalisti che, molto probabilmente, avrà l'effetto di far saltare l'udienza.

Insieme a Melania Tumini, a testimoniare in aula il 14 ottobre arriverà anche Ivo Maria Redaelli, l'architetto e intermediario immobiliare legato a Berlusconi che avrebbe messo a disposizione due appartamenti a favore delle olgettine e che, nell'aula degli altri due processi, aveva parlato di "pressioni" sull'ex premier da parte di diverse ragazze ospiti delle serate di Arcore.