Ruby ter e olgettine, difesa Berlusconi: "Ognuno si difende come crede"

·2 minuto per la lettura

'Olgettine' pronte a testimoniare nel processo milanese Ruby ter che vede imputato l’ex premier Silvio Berlusconi? "Ognuno faccia quello che crede come ritiene meglio di dover difendersi: non entro nel merito delle valutazioni, opportunità e prerogative difensive delle persone che non assisto". Così Federico Cecconi, difensore del leader azzurro, replica a chi gli chiede se è preoccupato da eventuali dichiarazioni di alcune delle donne che sarebbero pronte a testimoniare.

"Al momento attuale noi non sciogliamo la riserva in maniera definitiva: l’intendimento è quello, per adesso, di riservarci le dichiarazioni spontanee", spiega ancora il difensore a chi gli chiede se il Cav si farà sentire nel processo milanese. L’avvocato non esclude neppure l’esame dell’imputato, ma per ora non svela le carte, visto che la scelta difensiva sarà fatta "anche alla luce di una valutazione complessiva dell'andamento dell'istruttoria e in base a chi verrà sentito in sede di esame degli imputati", spiega a margine dell’udienza.

Intanto, Cecconi ne è convinto, l’assoluzione di Silvio Berlusconi nel processo di Siena ridimensiona il dibattimento Ruby ter. "Lo penso fermamente per una ragione molto semplice: il processo senese è una gemma, un frammento di quello che era inizialmente un unico processo con la stessa prospettazione accusatoria, la stessa impostazione per quanto riguarda le contestazioni e le modalità descrittive della condotta che anche qui viene contestata a Berlusconi, quindi non c'è dubbio che inevitabilmente è una sentenza che pesa anche nell'ambito di questo processo", conclude il difensore.

Marysthell Polanco sarà la prima imputata a essere ascoltata in aula. Il 17 novembre, nell’aula bunker di San Vittore a Milano, l’ex modella ha intenzione di rendere dichiarazioni spontanee "piuttosto articolate, di almeno un paio di ore", come annunciato la scorsa udienza dal legale Paolo Cassamagnaghi.

Tra chi è disposto a essere sottoposto a esame anche l’avvocato Luca Giuliante e le due ex olgettine Alessandra Sorcinelli e Barbara Guerra: tutti e tre saranno protagonisti dell’udienza del 24 novembre. Più problematico l’esame dell’ex compagno di Ruby, Luca Russo che vive in Messico e che dovrà sottoporsi alla quarantena una volta arrivato in Italia. Potrebbe essere ascoltato nell’udienza dell’1 dicembre che potrebbe essere l’ultima (salvo sorprese) dedicata all’esame degli imputati. Il calendario prevede come eventuale data anche il 22 dicembre, quindi il 19 e il 26 gennaio 2022.

Per i giudici di Milano le dichiarazioni rese dalle olgettine nei processi Ruby e Ruby due sono "inutilizzabili". E' quanto emerge nell’ordinanza letta in aula dal presidente del collegio Marco Tremolada che ha accolto un’istanza della difesa di Berlusconi, imputato per corruzione in atti giudiziari, il quale ha sollevato una questione procedurale: ai tempi dovevano essere sentite come indagate e non come testimoni. Le affermazioni messe a verbale non potranno dunque essere utilizzate ed escono così dal processo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli