Ruby Ter, ritardo in notifica: udienza slitta ancora

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Un ritardo di notifica costringe a un nuovo rinvio nel processo milanese Ruby ter che vede imputato il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi e altri 28 imputati e con al centro i presunti versamenti per milioni di euro da parte dell'ex presidente del Consiglio alle ex ospiti alle serate di Arcore, in cambio, secondo l'accusa, del silenzio sulle serate a luci rosse.

In particolare le modifiche delle imputazioni - decisa dai giudici la scorsa udienza - riguardano il valore delle due ville che l'ex premier avrebbe regalato a Barbara Guerra e Alessandra Sorcinelli: da poco meno di 900mila euro ciascuna a poco più di 1,1 milioni. L'atto è stato notificato alle parti 19 giorni fa, mentre per legge ne servono 20. Un elemento che costringe oggi a un nuovo rinvio: la prossima udienza è stata fissata per il 27 gennaio in fiera, nelle aule allestite per consentire il distanziamento necessario in questo periodo di pandemia.