Ruby ter: Schifani (Fi), 'Berlusconi costretto a rinunciare a suo diritto processuale'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 set. (Adnkronos) – "Sono stato accanto a Silvio Berlusconi difendendolo nei molti anni in cui l'attacco delle famose 'toghe rosse' era tanto oppressivo quanto spietato. Un attacco che si estendeva a volte nei confronti dei soggetti a lui vicini, ed io ne so qualcosa. Il libro di Palamara ha confermato la fondatezza di una strategia che noi vivevamo quotidianamente e che, per la verità, mi auguravo si fosse recentemente attenuata". Lo dichiara il senatore di Forza Italia ed ex Presidente del Senato, Renato Schifani. "Quando ci si spinge a chiedere l'accertamento peritale su una patologia che non ha costituito motivo di legittimo impedimento, mettendo in dubbio l'equilibrio psichico dell'imputato senza motivo alcuno, comprendiamo però che nulla è cambiato. Bene ha fatto dunque il presidente Berlusconi a denunciare l'accaduto, pagando però un ingiusto prezzo di rinunzia ad un suo diritto processuale", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli