Ruby ter, teste: “Berlusconi aveva rapporti a turno con le ragazze”

Ruby Ter testimone

Nuovi sviluppi per il processo Ruby ter, che vede imputato Silvio Berlusconi con l’accusa di aver versato denaro affinché le sue ospiti non rivelassero i rapporti consumati nella villa di Arcore: nel corso dell’udienza di lunedì 13 gennaio 2020 un testimone ha spiegato cosa avveniva esattamente durante quelle serate.

Ruby ter: parla un testimone

A parlare è stato l’ex agente dello spettacolo Francesco Chiesa Soprani, che ha riportato alcune rivelazioni fattegli da Barbara Guerra, una delle ospiti di Villa San Marino. Costei le avrebbe raccontato che nella reggia del Cavaliere vi era una stanza buia (forse per non evitare di essere visti) in cui lui aveva rapporti a turno con le ragazze presenti.

Il testimone della Procura ha riferito anche un altro particolare. La medesima donna gli avrebbe detto innanzitutto che durante le “cene eleganti” avrebbe avuto dei rapporti sessuali con Berlusconi. Non solo, ma anche che per evitare che la notizia trapelasse gli avrebbe chiesto una somma pari a 500mila euro da aggiungersi ad una casa. La Guerra avrebbe spiegato che lui aveva dato la sua disponibilità a pagarla.

Secondo la testimonianza di Chiesa Soprani, anche Ruby gli disse che aveva avuto rapporti con l’allora premier. Costui è stato infatti più volte sentito nelle indagini riguardanti il Ruby ter. Aveva in passato spiegato che, dopo la morte di Imane Fadil, aveva parlato anche con Marysthell Polanco. Questa, anch’ella imputata, le avrebbe detto di essere intenzionata a dire la verità su quanto avveniva durante le cene. Ovvero “Non parlare dei rapporti e dei soldi“.