Ruby ter: un giudice è malato, processo slitta di due settimane

fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 16 nov. (askanews) - Slitta al 30 novembre il processo Ruby ter a carico di Silvio Berlusconi e di altre 28 persone che avevano partecipato alle serate del "bunga bunga" di Arcore. Uno dei componenti del collegio giudicante (la settima sezione penale di Milano) è malato e così il procedimento è stato rinviato di due settimane per legittimo impedimento di un giudice. Le prossime due udienze (il presidente del collegio, Marco Tremolada, ha anche fissato anche quella successiva per il 21 dicembre) si svolgeranno a porte chiuse (in aula, insieme agli avvocato degli imputati, potranno essere presenti soltanto i giornalisti) in un'aula allestita nei padiglioni della Fiera di Milano. Berlusconi è imputato per corruzione in atti giudiziari. Secondo l'accusa formulata dal pm Luca Gaglio e dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, l'ex premier avrebbe corrotto gli ospiti dei festini di Villa San Martino, tra cui parecchie olgettine (su cui pende anche l'accusa di falsa testimonianza) per spingerli a rendere testimonianze false o reticenti nell'aula del primo filone processuale sul caso Ruby che si concluse in Cassazione con l'assoluzione di Berlusconi dalle accuse di concussione e prostituzione minorile.