Rudi Voeller e Kosky dei Berliner Ensemble alla Settimana tedesca

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 set. (askanews) - Sabato 8 ottobre presso il Goethe-Institut di Roma in Via Savoia, 15, dalle 14.30 alle 22.30 si terrà la festa di apertura della seconda edizione della Settimana Tedesca in Italia. L'evento è organizzato dall'Ambasciata tedesca in collaborazione con le principali istituzioni culturali tedesche presenti a Roma e in Italia. L'ingresso è libero e il programma prevede musica dal vivo, lezioni di tedesco gratuite, mostre d'arte, eventi informativi, attività per bambini, una degustazione gratuita di birre tedesche e tanto altro ancora. (Info eventi-roma@goethe.de)

L'istituto di cultura tedesco sarà allestito con due palchi, uno principale esterno ed uno più piccolo all'interno dell'edificio principale. Tra gli spazi adibiti alla festa ci saranno anche attività in Auditorium, nella Biblioteca Europea e nel giardino dove ci saranno gli stand informativi di tutte le istituzioni tedesche a Roma e l'aerea gastronomica (tutte le attività all'aperto si terranno in caso di pioggia all'interno dell'istituto).

La musica sarà uno dei leitmotiv della festa. Tra le diverse esibizioni segnaliamo quella della Crucchi Gang, gruppo che canta in italiano le hit del pop tedesco, e i Concerti 1:1, un originale progetto musicale nato in Germania che permette ai fortunati ascoltatori di godere per dieci minuti dell'intimità di un'esperienza concertistica a tu per tu con un singolo musicista, per la prima volta appositamente allestito in alcune stanze (altrimenti inaccessibili) del Goethe-Institut.

Dalla Germania arriva anche il regista Barrie Kosky, nella Capitale per presentare la sua Opera da tre soldi di Brecht in scena al Teatro Argentina nell'ambito del Romaeuropa Festival. Ospite atteso anche l'ex calciatore della Roma Rudi Voeller che sarà protagonista di un incontro con l'Ambasciatore Viktor Elbling. I più giovani avranno invece la fortuna di incontrare Cornelia Funke, autrice di bestseller fantasy, tra i quali la nota Trilogia del mondo d'inchiostro.

Partecipano inoltre la pianista Anna Depenbusch, la banda dell'esercito tedesco di Hannover, il Veronica Marini Trio del Conservatorio di Santa Cecilia, l'architetto Ulrich Brinkmann, il direttore del Romaeuropa Festival Fabrizio Grifasi, la musicista e DJ Eva Geist, il saggista Roland Kaehlbrandt, lo studio di architettura Something Fantastic e tanti altri.

Tanti i protagonisti della musica per questa grande festa. Daranno il benvenuto iniziale agli ospiti le note della banda pop dell'esercito tedesco di Hannover. Gli Heeresmusikkorps 2 arrivano direttamente dalla Germania con il loro repertorio che va dalla classica musica da parata ai grandi classici de cinema e del pop. La banda di Hannover passerà il testimone ai musicisti jazz del Veronica Marini Trio del Conservatorio di Santa Cecilia, che si esibirà sul palco principale alle 16.45.

Alle 19 in Auditorium sarà la volta della cantautrice Anna Depenbusch. Nata ad Amburgo, Anna Depenbusch è stata insignita del Premio Jay Preis per autori di canzoni e del Chansonpreis tedesco. Nella sua musica coniuga diversi generi musicali: jazz, chanson, country, blues e pop mentre sul piano vocale si riconosce nella tradizione narrativa dei cantautori e chansonnier.

Alle 20.45 sul palco principale saliranno i componenti dell'ironico ensemble Crucchi Gang. Capitanato dall'italo-tedesco Francesco Wilking, questo ensemble si è fatto conoscere in Germania per aver tradotto e interpretato le hit indie pop tedesche in italiano. Chiude gli interventi musicali un dj set di musica elettronica della sound artist Eva Geist https://soundcloud.com/andreanoce.

Sul palco minore dell'istituto alle 19 si terrà il Concerto della masterclass di canto liederistico dell'Accademia europea Palazzo Ricci di Montepulciano. In diversi punti dell'istituto si terranno invece 60 Concerti 1:1. Si tratta di un format nato durante la pandemia, in cui il distanziamento sociale impediva la fruizione collettiva della musica da vivo. In un Concerto 1:1, 1 musicista e 1 ascoltatore si incontrano per 10 minuti di musica. Questo 'appuntamento al buio' in luoghi insoliti è una sorpresa per entrambe le parti: artista, compositore, opera o strumento non vengono rivelati in anticipo. Il musicista decide quale brano sarà suonato individualmente e in base alla situazione del 'momento'.

Sui due palchi della festa si alterneranno momenti di dibattito e incontri con numerosi ospiti. La prima ospite ad inaugurare il palco, introdotta dall'Ambasciatore Viktor Elbling sarà la scrittrice Cornelia Funke. Definita da più parti come la J.K. Rowling tedesca, Cornelia Funke, tradotta in 37 lingue, ha venduto oltre venti milioni di copie dei suoi libri e raggiunto fama mondiale con il romanzo fantasy Il re dei ladri (dal quale è stato tratto l'omonimo film) e la Trilogia del mondo d'Inchiostro. La Funke, che vive a Los Angeles, oltre a dialogare con l'Ambasciatore sarà protagonista di una lettura all'interno della Biblioteca Europea.

Sul palco principale l'Ambasciatore darà il benvenuto anche ad un altro cittadino tedesco molto amato, l'ex calciatore e allenatore Rudi Voeller, che con la città di Roma ha un profondo legame di affetto reciproco. Ad ottobre al Teatro Argentina andrà in scena 'L'opera da tre soldi' di Brecht inscenata dai Berliner Ensemble con la regia di Barrie Kosky, tra i massimi registi teatrali e d'opera viventi, sarà sul palco principale intervistato dal direttore del Romaeuropa festival, Fabrizio Grifasi.

'L'Europa vive grazie alla comprensione tra le sue cittadine e i suoi cittadini. Le lingue fanno da ponte e avvicinano le persone - ha dichiarato l'Ambasciatore Elbling - Con l'Anno della Lingua Tedesca in Italia vogliamo entusiasmarle per le lingue e mostrare le opportunità legate alla conoscenza delle lingue straniere. La Germania e l'Italia assumono quali Stati membri di importanza centrale un ruolo chiave in Europa. I nostri Paesi sono uniti da relazioni estremamente strette ed integrate in tutte le sfere della vita. Che si tratti di politica, economia, scienze, arte, cultura, musica, letteratura o sport, la Germania e l'Italia possono poggiarsi su fondamenta particolarmente ampie e robuste di intensi legami tra le loro società civili. Con la Settimana Tedesca in Italia celebriamo la ricchezza e l'intensità dei nostri rapporti insieme ai nostri Partner tedeschi e italiani'.

Il direttore del Goethe-Institut di Roma, Joachim Bernauer, ha commentato: 'Oggi in Italia il tedesco è la seconda lingua, dopo l'inglese, più richiesta nel mondo del lavoro. Secondo i dati della Camera di commercio italo-germanica il 2021 ha visto una forte ripresa post pandemia dell'interscambio commerciale tra Italia e Germania, grazie ai rapporti economici consolidati tra i due Paesi e che ha permesso di raggiungere la cifra record di 142 miliardi di volume totale. Ma il tedesco non è solo una lingua utile per il lavoro, è anche una lingua vicina all'Italia, lo è geograficamente, lo è per le fitte relazioni politiche e culturali, lo è per il bilinguismo in Alto Adige e per il settore turistico. Molti dei nostri iscritti ai corsi sono anche studenti che scelgono la Germania per il semestre di Erasmus o per fare un dottorato. Sono cittadini europei consapevoli della possibilità di fare un'esperienza di studio o di lavoro in un Paese membro dell'UE'.

La festa inaugurale della settimana tedesca sarà soprattutto un modo per raccontare le tante possibilità offerte dalla lingua di Goethe, che con cento milioni di madrelingua è la più parlata in Europa.

Durante la festa sarà possibile fare lezioni prova di tedesco con gli insegnanti madrelingua del Goethe-Institut. Ci saranno anche seminari sull'insegnamento del tedesco e un interessante incontro con lo scrittore Roland Kaehlbrandt che presenta il suo libro 'Una dichiarazione d'amore per il tedesco'.

Per chi il tedesco lo sta già studiando e vuole informarsi sulle occasioni per poterlo migliorare, ci sono momenti informativi come quelli del DAAD (Studiare e fare ricerca in Germania), dell'Orientale di Napoli o dell'ufficio scambi giovanili VIAVAI.

Sono previste anche attività anche per i più piccoli a cura dell'associazione "Amici del Tedesco": giochi di lingua tedesca, percorso Bobby-Car, macchinine Bruder, giochi Ravensburger. Letture e vendita di libri per bambini a cura di 'Ottimomassimo' mentre in Biblioteca Europea potrete sfogliare le ultime novità editoriali tedesche.

Il programma prevede anche performance teatrali, dibattiti, proiezioni video e mostre d'arte a cura di tutte le istituzioni culturali tedesche con sede a Roma e in Italia. Le istituzioni presenti saranno il Goethe-Institut, che ospita la festa, l'Accademia Tedesca Villa Massimo, la Bibliotheca Hertziana, il museo Casa di Goethe, le Fondazioni Konrad Adenauer, Friedrich Ebert e Hanns Seidel, l'Istituto Storico Germanico, l'Istituto Archeologico Germanico, l'Accademia europea di Palazzo Ricci, il Kunsthistorisches Institut in Florenz, la Deutsche Schule Rom, l'Università degli Studi di Napoli L'Orientale e la Biblioteca Europea.