Rudolph Giuliani, accusato di finanziamenti elettorali illeciti

Rudolph Giuliani indagato

L’Ucrainagate travolge anche l’ex sindaco di New York, Rudolph Giuliani, indagato dall’ufficio del procuratore federale di Manhattan. Giuliani è accusato di aver violate alcune regole sui finanziamenti elettorali e di aver effettuato azioni illegali di lobby all’estero. Giuliani è infatti un personaggio chiave nelle vicende dell’Ucrainagate e dell’inchiesta per impeachment.

Rudolph Giuliani indagato nell’ambito dell’Ucrainagate

La notizia arriva dall’agenzia Bloomberg e l’inchiesta sarebbe incentrata sulle attività di Giuliani in Ucraina. Nel mirino degli inquirenti anche due soci dell’ex sindaco di New York, Lev Parnas e Igor Fruman, accusati di aver versato migliaia di dollari a funzionari statunitensi e a comitati politici che supportavano Trump.

I due soci avrebbero infatti violato la legge Usa sui finanziamenti elettorali con una donazione da 325mila dollari all’America First Action, gruppo legato alla campagna di Donald Trump. Se le accuse dovessero rivelarsi fondate, sarebbe un duro colpo per il Presidente degli Stati Uniti. I due avrebbero inoltre aiutato Giuliani a cercare prove contro Joe Biden in Ucraina. Lo stesso Biden che a ottobre ha accusato pubblicamente Donal Trump di abuso di potere e di essersi incriminato con le sue stesse dichiarazioni.

Ed è proprio questo sistema, messo in atto per esercitare pressioni indebite sul presidente dell’Ucraina contro Biden, alla base della messa in stato di accusa del presidente Usa. Questo mentre Donald Trump continua invece a denunciare una caccia alle streghe.